Il mercato di Santa Caterina a BarcellonaIl mercato più famoso di Barcellona è senza alcun dubbio la Boqueria: animato e colorato, è diventato tappa obbligata di ogni visita turistica,

ma la città catalana è in realtà ricchissima di mercati e ne vanta almeno uno praticamente in ogni quartiere.
Quello di Santa Caterina è forse, architettonicamente parlando, il più bello; sorge sul vecchio recinto del mercato in stile coloniale, a pochi passi dalle Cattedrale, completamente ricostruito da Enric Miralles, con un tale risultato da far “eccitare” tutti gli architetti in gita a Barcellona, anche quelli più restii alle visite al mercato. Molto fotografato per la copertura a mosaico colorato è in realtà un progetto molto complesso che coinvolge un'area importante, oltre che centralissima, della città e anima almeno due piazze: una frontale più monumentale, con gli ingressi principali, e una posteriore a stretto contatto con i vicoli e le stradine del quartiere popolare del Raval. Molto suggestivo è l'utilizzo dei materiali e in particolare del legno sulle facciate, che riprende i motivi delle cassette di legno impilate una sull'altra a formare geometrie vertiginose.    

Ma il mercato è bellissimo anche dentro. Pesce e mariscos, e poi tutti i tipi di insaccati e salsicce catalane e spagnole: botifarra, morcilla, chorizo, chistorra, fuet. E poi il prosciutto, tagliato rigorosamente a mano e declinato in ogni (spagnola) versione, ma anche foie gras fresco, verdure, frutta.
Come se non bastasse oltre ai soliti bar che sono sempre presenti all'interno dei mercati (e qui ce ne sono molti) il mercato di Santa Caterina ospita anche un bel ristorante, luminoso e lindo, con una lunga barra e la cucina in vista. Vale la pena farci un salto.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0