A maggio il vino scorre in città

A maggio il vino scorre in città

A maggio il vino scorre in cittàDegustare vini, conoscerli, apprezzarli, entrare in relazione con essi anche se non siamo frequentatori di enoteche, senza doverci fingere intenditori e senza timidezze: è la promessa (mantenuta) di Wine & The City, a Napoli dal 16 al 19 maggio.

 

Ormai alla quinta edizione, il fuori salone di Vitigno Italia è già una certezza, una festa di bianchi e rossi profusi in sedi insolite: negozi, gallerie d'arte, atelier, hotel, cortili. Per tre giorni il vino entra ovunque, per incoraggiare il pubblico di cittadini e turisti a provare un abito degustando un Fiano, ad ammirare un gioiello assaporando un Taurasi, a coniugare, insomma, shopping, intrattenimento, cultura, passeggiate e vino.

 

 

Nato da un'idea di Donatella Bernabò Silorata nel 2008, realizzato da dipuntostudio e DSL comunicazione, Wine & The City è questo: le cantine aderenti, circa 70, espongono e offrono alla degustazione le loro migliori bottiglie nei circa 100 indirizzi coinvolti, tra boutiques, show rooms, negozi di antiquariato, giardini, portandole fuori dal loro territorio perché incontrino in leggerezza la città.

 

Si può entrare per caso in un negozio e trovarsi piacevolmente sorpresi dall'offerta di un calice, oppure programmare un itinerario del gusto e dell'acquisto, sfogliando il catalogo distribuito gratuitamente in molti luoghi di aggregazione ed esercizi commerciali di Napoli. Si scopriranno così eventi di varia natura, oltre all'elenco degli indirizzi coinvolti: aperitivi, sfilate, musica, degustazione di finger food, e i wine parties serali, da quello di apertura, il 15 maggio, dalle 18,30, al PAN , a quello finale alla Città del Gusto, ormai una tradizione. 
Ma la vera grande novità di quest'anno è l'ingresso in pompa magna della pizza d'autore: da mercoledì 16 a venerdì 18 maggio Enzo Coccia proporrà un menu degustazione in cui le sue pizze saranno abbinate  ai vini della Cantina Grotta del Sole e Gino Sorbillo trasformerà la sua storica pizzeria di Via Tribunali in un laboratorio del gusto ospitando "Terre Cerase" dell'azienda "Villa Matilde" in abbinamento ad assaggi dei suoi ripieni.

 

 

E se ne approfitterà magari anche per entrare nel Tunnel Borbonico, inserito da questa edizione nel circuito di Wine & The City, o per visitare  la città in occasione del Maggio dei Monumenti, tra itinerari, visite guidate, festa del libro, concerti, teatro e una tale varietà di eventi da soddisfare qualunque esigenza. O anche solo per godersi il lungomare recentemente (e finalmente!) pedonalizzato in occasione della Coppa America.

A maggio a Napoli monumenti, arte, moda, design, sapori e vino si incontrano. A maggio, insomma, Napoli è decisamente il posto dove andare. Ve lo dice chi ci vive.


Articoli correlati:

  1. Il primo maggio e i carciofi alla Matticella
  2. la zuppa di vino di Terlano
  3. il vino cotto, quello siciliano

Articoli più recenti dello stesso autore:
  1. Grazie, genio: invenzioni in cucina
  2. L’universo in un chicco. Di fonio.
  3. Torvehallerne, Mercato alla danese
  4. Tonno sì, ma del Chianti
  5. Dolci dalla fine del mondo
  6. Il bello di Taste
  7. Colori artici – I mercati finlandesi
  8. espansionismo pizzaiolo
  9. Cetara, le alici, il tonno e il circolo virtuoso
  10. Menù inquieti: dal nulla al troppo

Lascia un Commento


Puoi commentare tramite il tuo account Facebook

ARCHIVIO