Opera Wine 2018: Wine Spectator presenta i migliori 107 vini italiani - GIEMME - Gastronomia Mediterranea

Opera Wine 2018: Wine Spectator presenta i migliori 107 vini italiani

Per il settimo anno consecutivo, sarà “OperaWine, Finest Italian Wines: 100 Great Producers” a rappresentare l’apertura ufficiale della 52ª edizione di Vinitaly.
L’esclusivo evento, riservato agli operatori specializzati di tutto il mondo, è organizzato da “Wine Spectator”, la prestigiosa pubblicazione americana, oltre che la più influente nell’ambiente, in collaborazione con Veronafiere e Vinitaly.

Sabato 14 aprile all’interno del Palazzo della Gran Guardia si degusteranno i migliori vini di 107 produttori italiani selezionati dalla rivista.
Riconfermata la scelta della redazione di vagliare sia produttori arcinoti al grande pubblico che aziende più piccole e meno conosciute, che con la loro eccellenza, qualità e legame con il territorio sono state ritenute degne di rappresentare il movimento enoico italiano.

Quest’anno saranno presenti anche 16 “esordienti”:

Quintodecimo – Campania – con il Taurasi Vigna Grande Cerzito Riserva 2011
Drei Donà – Emilia Romagna – con il Sangiovese Romagna Superiore Pruno Riserva 2012
Gravner – Friuli Venezia Giulia – con la Ribolla Selection 2003
Mamete Prevostini – Lombardia – con lo Sforzato di Valtellina Albareda 2013
Marchesi di Barolo – Piemonte – Barolo Sarmassa 1998
Prunotto – Piemonte – Barolo Bussia 2011
Leone de Castris – Puglia – con il Salice Salentino Donna Lisa Riserva 2013
Feudi del Pisciotto – Terre Siciliane Carolina Marengo 2014
Pietradolce – Sicilia – Etna Vigna Barbagalli 2013
Serraglia – Sicilia – Passito di Pantelleria Carole Bouquet Sangue d’Oro 2015
Tenuta San Leonardo – Trentino – Vigneti delle Dolomiti San Leonardo 2011
Boscarelli – Toscano – Vino Nobile di Montepulciano Il Nocio 2013
Tenuta di Trinoro – Toscana 2012
Bortolotti – Veneto – Extra Dry Valdobbiadene Superiore 47 U. Bortolotti NV
Maculan – Veneto – Acininobili 2009
Nino Franco – Veneto – Dry Valdobbiadene Prosecco Superiore Primo Franco 2006.

Gli americani, come di consueto, ci vedono come un Paese da grandi vini rossi, ben l’80% dei vini selezionati, e Toscana, Piemonte e Veneto le solite regioni più rappresentate.

ABRUZZO (2): Binomio – Montepulciano d’Abruzzo Riserva 2012; Masciarelli – Montepulciano d’Abruzzo Villa Gemma Riserva 2011

BASILICATA (2): Elena Fucci – Aglianico del Vulture Titolo 2013; San Martino – Aglianico del Vulture Kamai 2011

CALABRIA (2): Odoardi – Calabria GB 2013; Vincenzo Ippolito – Cirò Colli del Mancuso Riserva 2012

CAMPANIA (5): Fattoria Galardi– Campania Terra di Lavoro 2013; Feudi di San Gregorio – Taurasi Piano di Montevergine Riserva 2011; Mastroberardino – Taurasi Radici Riserva 1998; Quintodecimo – Taurasi Vigna Grande Cerzito Riserva 2011; Salvatore Molettieri – Taurasi Vigna Cinque Querce Riserva 2007

EMILIA ROMAGNA (3): Drei Donà – Sangiovese Romagna Superiore Pruno Riserva 2012; La Stoppa – Emilia Ageno 2012; Tenuta Pederzana – Lambrusco Grasparossa di Castelvetro Cantolibero 2015

FRIULI VENEZIA GIULIA (4): Gravner – Ribolla Selection 2003; Jermann – Dreams 2013; La Tunella – FCO Biancosesto 2014; Livio Felluga – Rosazzo Abbazia di Rosazzo 2012

LAZIO: Falesco – Montiano 2011

LIGURIA: Cantine Lunae Bosoni – Vermentino Colli di Luni-Liguria Black Label 2014

LOMBARDIA (4): Bellavista – Extra Brut Franciacorta Vittorio Moretti 2008; Ca’ del Bosco – Franciacorta Cuvée Annamaria Clementi Riserva 2005; Mamete Prevostini – Sforzato di Valtellina Albareda 2013; Nino Negri – Sforzato di Valtellina 5 Stelle Sfursat 2011

MARCHE (2): Garofoli – Verdicchio dei Castelli di Jesi Podium 2014; Umani Ronchi – Conero Campo San Giorgio Riserva 2011

MOLISE: di Majo Norante – Don Luigi Riserva 2014

PIEMONTE (16): Aldo Conterno – Barolo Romirasco 2009; Antoniolo – Gattinara Osso San Grato 2012; Braida di Giacomo Bologna – Barbera d’Asti Bricco dell’Uccellone 2015; Cavallotto – Barolo Bricco Boschis Vigna San Giuseppe Riserva 2010; Elvio Cogno – Barolo Ravera 2008; Falletto di Bruno Giacosa – Barolo Falletto Vigna Le Rocche Riserva 2011; Gaja – Barbaresco Sorì Tildìn 2013; Giuseppe Mascarello & Figlio – Barolo Monprivato 2011; Luciano Sandrone – Barolo Le Vigne “Sibi et Paucis” 2008; Marchesi di Barolo – Barolo Sarmassa 1998; Massolino – Barolo Vigna Rionda Riserva 2006; Paolo Scavino – Barolo Rocche dell’Annunziata Riserva 1999 (magnum); Produttori del Barbaresco – Barbaresco 2011; Prunotto – Barolo Bussia 2011; Renato Ratti – Barolo Marcenasco 2008; Vietti – Barolo Lazzarito 2009

PUGLIA (4): Gianfranco Fino – Primitivo di Manduria Es 2013; Leone de Castris – Salice Salentino Donna Lisa Riserva 2013; Schola Sarmenti – Primitivo Salento Diciotto 2012; Tormaresca – Aglianico Castel del Monte Bocca di Lupo 2012

SARDEGNA (4): Agricola Punica – Isola dei Nuraghi Barrua 2011; Argiolas – Isola dei Nuraghi Turriga 2008; Cantina Sociale di Santadi – Carignano del Sulcis Superiore Terre Brune 2010; Dettori – Rosso Romangia 2004

SICILIA (9): Cusumano –Sàgana Tenuta San Giacomo 2014; Donnafugata – Passito di Pantelleria Ben Ryé Edizione Limitata 2008; Feudi del Pisciotto – Terre Siciliane Carolina Marengo 2014; Morgante – Nero d’Avola Sicilia Don Antonio 2013; Pietradolce– Etna Vigna Barbagalli 2013; Planeta – Carricante Sicilia Eruzione 1614 2015; Serraglia – Passito di Pantelleria Carole Bouquet Sangue d’Oro 2015; Tasca d’Almerita – Chardonnay Contea di Sclafani Vigna San Francesco 2014; Tenuta delle Terre Nere – Etna Prephylloxera La Vigna di Don Peppino 2010

TRENTINO ALTO ADIGE (3): Elena Walch – Alto Adige Beyond the Clouds 2015; Ferrari – Brut Trento Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2000; Tenuta San Leonardo – Vigneti delle Dolomiti San Leonardo 2011

TOSCANA (25): Altesino – Brunello di Montalcino Montosoli 2011; Antinori – Bolgheri Superiore Guado al Tasso 2013; Avignonesi – Vino Nobile di Montepulciano Grandi Annate Riserva 1997; Biondi-Santi – Brunello di Montalcino Tenuta Greppo Riserva 1997; Boscarelli – Vino Nobile di Montepulciano Il Nocio 2013; Carpineto – Vino Nobile di Montepulciano Vigneto Poggio Sant’Enrico 2009; Casanova di Neri – Brunello di Montalcino Tenuta Nuova 2006; Castello Banfi – Brunello di Montalcino Poggio alle Mura 2012; Castello d’Albola – Chianti Classico Riserva 2013; Castello di Ama – Toscana L’Apparita 2014; Castello di Volpaia – Chianti Classico Riserva 2010; Fattoria di Fèlsina – Toscana Fontalloro 2005; Fontodi – Colli della Toscana Centrale Flaccianello 2009; Il Poggione – Brunello di Montalcino 2010; Le Macchiole – Toscana Messorio 2010; Marchesi de’ Frescobaldi – Brunello di Montalcino Castelgiocondo 2012; Mastrojanni – Brunello di Montalcino Vigna Schiena d’Asino 2010; Mazzei Castello di Fonterutoli – Maremma Toscana Tenuta Belguardo 2013; Petrolo – Toscana Galatrona 2011; San Felice – Chianti Classico Poggio Rosso Gran Selezione 2013; Siro Pacenti – Brunello di Montalcino PS Riserva 2010; Ornellaia – Bolgheri Superiore 2012; Tenuta di Trinoro – Toscana 2012; Tenuta San Guido – Bolgheri  Sassicaia 2004; Valdicava – Brunello di Montalcino Madonna del Piano Riserva 1988

UMBRIA (3): Arnaldo Caprai – Montefalco Sagrantino Collepiano 2011; Lungarotti – Torgiano Rubesco Vigna Monticchio Riserva 2010; Tabarrini – Montefalco Sagrantino Colle Grimaldesco 2006.

VALLE D’AOSTA: Grosjean – Fumin Valle d’Aosta Vigne Rovettaz 2010

VENETO (15): Allegrini – Amarone della Valpolicella Classico 2012; Bertani – Amarone della Valpolicella Classico 2008; Bortolotti – Extra Dry Valdobbiadene Superiore 47 U. Bortolotti NV; Cesari – Amarone della Valpolicella Bosan 2001; Gini – Soave Classico Contrada Salvarenza Vecchie Vigne 2014; Pieropan – Soave Classico La Rocca 2011; Maculan – Veneto Acininobili 2009; Masi – Amarone della Valpolicella Classico Serègo Alighieri Vaio Armaron 2006; Nino Franco – Dry Valdobbiadene Prosecco Superiore Primo Franco 2006; Prà – Soave Classico Monte Grande 2015; Suavia – Soave Classico Monte Carbonare 2015; Tedeschi – Amarone della Valpolicella Classico Capitel Monte Olmi 2007; Tommasi – Amarone della Valpolicella Classico Ca’ Florian 2008; Zenato – Amarone della Valpolicella Classico Sergio Zenato Riserva 2009; Zymè – Veneto Harlequin 2003

[Photo Credit: OperaWine / Vinitaly]

 

L'autore Vedi tutti gli articoli

Antonio Cimmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *