Ho tanta voglia di Romagna (1)

Il pretesto era partecipare a 30+50=80 voglia di Romagna, l’appuntamento organizzato da Italia nel Bicchiere e Ca’ de Bè, con il patrocinio del Comune di Bertinoro e la collaborazione del Centro Residenziale Universitario, per festeggiare il compleanno dei due vini simbolo delle Romagna enoica. Un banco d’assaggio con oltre 40 produttori e 200 etichette di Albana e Sangiovese di Romagna, andato in scena domenica 7 maggio nella Rocca di Bertinoro. Leggi tutto

Le erbe in cucina: breve storia del loro uso, il litum e la frittata friulana di erbe

Odori, aromi, profumi, fragranze, sapori non sono soltanto un supporto per la preparazione dei cibi, ma anche un’evocazione che suscita ricordi e diviene cibo dell’anima. Questo avviene in modo particolare quando il cibo e soprattutto la cucina mantengono una identità e rivelano inconsci personali e collettivi, particolarmente familiari. L’aroma e la memoria sono strettamente legati e un odore può improvvisamente evocare un momento dimenticato da lungo tempo.
Le erbe aromatiche quindi possono aver anche un ruolo culturale significativo nell’identificare le tradizioni.

Leggi tutto

La Tarese del Valdarno ovvero il pancettone

Diversi anni fa andai all’inaugurazione del Mercatale di Montevarchi, che allora era un mercato mensile all’aperto dedicato a  prodotti agricoli un po’ particolari, potremmo dire di nicchia, ma a me piace di più chiamarli prodotti di qualità a rischio dimenticanza. E fu così che mi ritrovai faccia a faccia con lei. La Tarese del Valdarno, per gli amici il pancettone.

Leggi tutto

Un intenso week-end di scoperte cultural-gastronomiche a Napoli

Napoli è una città che ti invade: la luce, il rumore, i colori, la bellezza – così diffusa anche se sì, talvolta decadente – colpiscono i sensi senza dare tregua. Tanta ricchezza è disorientante: come si fa a scegliere se perdersi nel centro storico, visitare i musei, godersi il panorama sul lungomare, passeggiare nella Napoli sotterranea, prendere un traghetto per le isole o inerpicarsi sui sentieri che collegano le colline al centro? Se neanche voi siete famosi per le vostre capacità di scelta, fate un po’ di tutto, possibilmente accompagnati e consigliati da napoletani appassionati delle proprie radici e delle proprie tradizioni culinarie.

Leggi tutto

Il muffulettu, il pane siciliano del venerdì di Quaresima

Quando cammini per le strade di Sicilia ti capita di sentire odori in grado di  catturare completamente i tuoi sensi. Salsa di pomodoro, melanzane fritte, carciofi arrostiti. Ma ci sono odori che si trovano solo in alcuni centri della tanto variegata geografia siciliana e in determinati periodi dell’anno. Si pensi alla Quaresima, periodo di astinenza dai cibi sofisticati, tempo di penitenza e riflessione spirituale che necessita anche della purificazione corporale.

Leggi tutto

Slow Food, le nature morte del Seicento olandese e fiammingo

Mauritshuis, Den Haag - Foto: Ivo Hoekstra

Dal 9 marzo al 25 giugno 2017 il Mauritshuis, il prestigioso museo dell’Aja, nei Paesi Bassi, offre una tavolata immensa di formaggi più o meno stagionati, ceste piene di frutta e verdura, pasticci raffinati, cacciagione di piuma e di pelo, pesci, molluschi e crostacei del Mare del Nord nonché stoviglie e calici di vetro di finissima fattezza su tovagliati di damasco prezioso. Ma le sue tavole e tele sono appese ai muri.

Leggi tutto