Roero Days 2018: domenica 8 e lunedì 9 aprile al Castello di Guarene

Quest’anno i vini del Roero giocano in casa tra vigne incantate, libri e castelli. Infatti, protagonisti, domenica 8 e lunedì 9 aprile 2018 ai Roero Days, non solo le più prestigiose etichette delle denominazioni Roero e Roero Arneis ma anche affascinanti castelli, libri e un autobus che guiderà appassionati e turisti alla scoperta dei paesaggi ricamati di vigneti di questo angolo del Piemonte. Leggi tutto

Abrigo, un dolcetto di vino e di nocciole

A Diano d’Alba, tra Dolcetto e pregiatissime nocciole, si incontra la vita e la storia della famiglia e dell’azienda Abrigo Giovanni. Correvano gli anni sessanta, quelli del boom economico, del triangolo industriale, dell’esodo dalle campagne, anni di cui in tanti oggi han nostalgia! Ed è proprio in quel periodo, decisamente in controtendenza, che il capostipite della famiglia, Giovanni Abrigo, decide di acquistare dei terreni a Diano d’Alba per avviare un’azienda agricola. Leggi tutto

Le aringhe e il bacalà delle Ceneri

Aringhe affumicate

Siamo in pieno Carnevale e parlandovi del Friuli vi dovrei raccontare di frìtole o frìtulis, cioè frittelle, e cròstui, crostoli, dolci storici appartenenti allo strato patrimoniale latino. Analizzando infatti la gastronomia come fosse una prospezione archeologica i crostoli, da crustula, cioè croste di pasta fritta, e le frìtole sono presenti sul territorio del Triveneto fin dai tempi della deduzione di Aquileia del 181 d.C.

Leggi tutto

Il Val di Noto e i vini del Barone Sergio

Il Val di Noto (Val sta per Vallo e non Valle come si potrebbe pensare) è conosciuto ai più per essere la scenografia a cielo aperto della trasposizione televisiva dei racconti del Commissario Montalbano di Andrea Camilleri, senza dimenticarci che l’Unesco nel 2002 l’ha inserito nella lista del Patrimonio dell’Umanità per le sue otto cittadine ricostruite in stile tardo barocco dopo il terribile terremoto del 1693 (Late Baroque Towns of the Val di Noto). Leggi tutto

Opera Wine 2018: Wine Spectator presenta i migliori 107 vini italiani

Per il settimo anno consecutivo, sarà “OperaWine, Finest Italian Wines: 100 Great Producers” a rappresentare l’apertura ufficiale della 52ª edizione di Vinitaly.
L’esclusivo evento, riservato agli operatori specializzati di tutto il mondo, è organizzato da “Wine Spectator”, la prestigiosa pubblicazione americana, oltre che la più influente nell’ambiente, in collaborazione con Veronafiere e Vinitaly.

Leggi tutto

Le attuali torte mitteleuropee ottocentesche a Gorizia e Trieste

La seconda metà del Settecento ha visto l’apertura a Gorizia e a Trieste delle prime botteghe da caffè, esercizi gestiti generalmente da persone foreste, ungheresi, ceche o svizzere dei Grigioni, che assimilarono nel tempo l’inconfondibile impronta viennese sia negli arredi che nei servizi offerti. Questi luoghi di ritrovo si adeguavano al succedersi delle stagioni e, se d’inverno erano affollatissime le sale interne caratterizzate da un arredo ottocentesco prima e liberty poi, d’estate offrivano e servizio all’aperto su tavolini eleganti.

Leggi tutto

Valle Isarco, dalla montagna al calice

Come è ormai a tutti noto, enoicamente l’Alto Adige-Südtirol è, sì una delle zone vinicole più piccole d’Italia, ma grazie alla sua ubicazione geografica, a cavallo tra la zona alpina e quella mediterranea, fra la cultura italiana e quella tedesca, è una delle zone di produzione più ricche di sfaccettature ma soprattutto di “qualità diffusa”, Leggi tutto