I fagioli di Garliano

Uno straordinario contenitore in vetro, dall’aspetto alchemico, con dentro tanti piccoli fagioli che sobbollono insieme ad aglio e salvia. Il profumo che esce dalla chiusura in stoppa è paradisiaco. Accanto, una bottiglia di olio extravergine di oliva rigorosamente toscano e del pane cotto a legna fatto con farine macinate a pietra e impasto con lunghissima lievitazione, degni compagni di quella rara meraviglia. Ma di cosa parliamo? Fagiolo di Garliano al fiasco. Una pregiata delizia per pochi, pochissimi eletti.

Leggi tutto

Ho tanta voglia di Romagna (2)

Continuiamo il nostro racconto sulla partecipazione a 30+50=80 voglia di Romagna, l’appuntamento organizzato da Italia nel Bicchiere e Ca’ de Bè, con il patrocinio del Comune di Bertinoro e la collaborazione del Centro Residenziale Universitario, per festeggiare il compleanno dei due vini simbolo delle Romagna enoica: l’ Albana e il Sangiovese di Romagna. La prima parte si trova qui. Leggi tutto

Ho tanta voglia di Romagna (1)

Il pretesto era partecipare a 30+50=80 voglia di Romagna, l’appuntamento organizzato da Italia nel Bicchiere e Ca’ de Bè, con il patrocinio del Comune di Bertinoro e la collaborazione del Centro Residenziale Universitario, per festeggiare il compleanno dei due vini simbolo delle Romagna enoica. Un banco d’assaggio con oltre 40 produttori e 200 etichette di Albana e Sangiovese di Romagna, andato in scena domenica 7 maggio nella Rocca di Bertinoro. Leggi tutto

Le erbe in cucina: breve storia del loro uso, il litum e la frittata friulana di erbe

Odori, aromi, profumi, fragranze, sapori non sono soltanto un supporto per la preparazione dei cibi, ma anche un’evocazione che suscita ricordi e diviene cibo dell’anima. Questo avviene in modo particolare quando il cibo e soprattutto la cucina mantengono una identità e rivelano inconsci personali e collettivi, particolarmente familiari. L’aroma e la memoria sono strettamente legati e un odore può improvvisamente evocare un momento dimenticato da lungo tempo.
Le erbe aromatiche quindi possono aver anche un ruolo culturale significativo nell’identificare le tradizioni.

Leggi tutto

La Tarese del Valdarno ovvero il pancettone

Diversi anni fa andai all’inaugurazione del Mercatale di Montevarchi, che allora era un mercato mensile all’aperto dedicato a  prodotti agricoli un po’ particolari, potremmo dire di nicchia, ma a me piace di più chiamarli prodotti di qualità a rischio dimenticanza. E fu così che mi ritrovai faccia a faccia con lei. La Tarese del Valdarno, per gli amici il pancettone.

Leggi tutto

Un intenso week-end di scoperte cultural-gastronomiche a Napoli

Napoli è una città che ti invade: la luce, il rumore, i colori, la bellezza – così diffusa anche se sì, talvolta decadente – colpiscono i sensi senza dare tregua. Tanta ricchezza è disorientante: come si fa a scegliere se perdersi nel centro storico, visitare i musei, godersi il panorama sul lungomare, passeggiare nella Napoli sotterranea, prendere un traghetto per le isole o inerpicarsi sui sentieri che collegano le colline al centro? Se neanche voi siete famosi per le vostre capacità di scelta, fate un po’ di tutto, possibilmente accompagnati e consigliati da napoletani appassionati delle proprie radici e delle proprie tradizioni culinarie.

Leggi tutto