!Que viva Italia!

Spaghetti ridotto

Si dice che la cucina italiana sia, se non la migliore (categoria scivolosa…), la più cosy, la più confortante, la più “mammesca” tra le cucine del mondo. La ragione sarebbe da ricercare nella carica di carboidrati, nell’estrema varietà delle formule regionali e familiari e non da ultimo in una storia di emigrazione lunga e articolata che ha portato con sé alimenti, ricette e abitudini ovunque si sia impiantata.

Leggi tutto

Les crêpes: un mito da sfatare

12516252_10208062262575512_1033797326_n-001

So che darò un grande dispiacere ai fiorentini, ma il mito delle crêpes introdotte in Francia dai cuochi fiorentini della regina Caterina De’ Medici è per l’appunto un mito, sostanzialmente una bufala. Una bufala perché la storia ci insegna che Caterina arrivò in Francia nel 1533, mentre in Bretagna si facevano già le crêpes di farina di grano saraceno nel tredicesimo secolo.   Leggi tutto

Non esiste solo il tofu: il paradosso dei formaggi vegetali

DSC_4098

A volte nella vita capita di cambiare, per scelta o per necessità: lavoro, città, fidanzati, gusti. Magari ci si ritrova intolleranti, poniamo, al lattosio. O ci si scopre animati da sacro fervore etico e la sofferenza degli animali a causa della nostra gola diventa un pensiero insopportabile. Molte possono essere le ragioni per decidere di non consumare più latticini. E, sorpresa delle sorprese, l’odiatissimo e insipido tofu non è l’unica alternativa possibile.  Leggi tutto

Fratelli e Sorelle diWine [PARTE PRIMA]

FratelliSorellediwinePartePrima-00_v2

Si sa che quello della viticoltura italiana è un mondo prettamente familiare, una passione, un legame con la propria terra che si tramanda di generazione in generazione. Sono i grandi nomi di famiglie, nobili e non, ad aver fatto e a fare, oggi come in futuro, la storia del vino italiano, affermandosi sempre più in giro per il mondo. Potrei azzardare e dire che il vero “made in Italy” sono loro, con l’intera filiera per produrre ogni singola bottiglia presente interamente in Italia. Leggi tutto

Come gli italiani “crearono” le acciughe del Cantabrico

IMG_5688

Acciughe del Cantabrico. Basta la parola (le tre parole, a dire il vero) per far pensare a una prelibatezza assai costosa che ci si può concedere solo con parsimonia e che gli italiani, grandi consumatori di alici in conserva, amano di un amore appassionato e sono disposti, nelle occasioni speciali, a pagare a caro prezzo. Leggi tutto

Il formaggio di Maremma nel mondo

stagionatura_03

Latte ovino altamente selezionato, prodotto con antichi metodi della tradizione e affinato in grotta, metodo che dona alla crosta, assolutamente priva di trattamenti, le muffe bianche e grigie che caratterizzano i prodotti di eccellenza. Pasta compatta e rigida, ma friabile e scioglievole, sentori di frutta secca con una dolcezza che rimane al palato, facendo venire subito voglia di prenderne un altro pezzo.
(Riserva del Fondatore, assaggio di settembre) Ma partiamo da prima.

Leggi tutto

Berlino da vedere e da mangiare

berl-00

Berlino è una di quelle città che piacciono o non piacciono, ha pochissime vie di mezzo. Non ha – oggettivamente – le bellezze architettoniche classiche della altre capitali europee, ma in tempi recentissimi tanti archistar l’hanno utilizzata a mo’ di palestra, con risultati a volte splendidi, a volte discutibili; inoltre, i tedeschi hanno un po’ la mania di radere al suolo la loro storia.

Leggi tutto

Alcune considerazioni sul BBQ e sul Prime Uve Invitational BBQ Championship

BBQ-Prime-Uve-John-Clement

Qui su Gastronomia Mediterranea il barbecue è roba da uomini, Fabrizio ne è un grande sostenitore, oltre che esperto, ed in genere lasciamo a lui la parola sull’argomento. Essere invitata da Anna ed Andrea Maschio al primo Campionato Invitational in Europa dedicato al barbecue, per l’appunto, mi ha dato però l’opportunità di fare alcune riflessioni semiserie, quindi per tali prendetele.

Leggi tutto